Giustizia – Definizione e significato

La giustizia è uno dei nostri principi fondamentali. La giustizia include valori sociali, etici e morali. È una teoria in base alla quale la società umana applica l'equità. Il termine va di pari passo con lo stato di diritto. Garantisce che tutte le decisioni aderiscano alla legge, cioè alle regole e ai regolamenti. Garantisce inoltre che nessuno sia al di sopra della legge.

In poche parole; è il sistema che giudica le persone nei tribunali. È anche il sistema che punisce le persone che infrangono la legge.

Il termine può riferirsi anche a una persona; in particolare un giudice di un'alta corte. Un giudice di pace è un ufficiale giudiziario laico che sente accuse di reati minori.

Può significare cose leggermente diverse a seconda di dove vivi. In tutto il mondo abbiamo storie, credenze e valori diversi.

Ad esempio, in un paese bere alcolici è legale e accettabile. Tuttavia, in un altro paese bere alcolici è illegale e inaccettabile.

Tuttavia, tutti noi vediamo il concetto come un modo per assicurarci che la società prosperi e che ci trattiamo in modo equo.

Secondo ft.com/lexicon , il glossario dei termini del Financial Times , la parola significa:

Il sistema con cui le persone sono giudicate nei tribunali e i criminali sono puniti.

Un giudice in un tribunale. Il titolo di giudice dell'alta corte.

Secondo Law.com, la giustizia è: 1. Equità. 2. Rettitudine morale. 3. Uno schema o sistema di diritto in cui ogni persona riceve il proprio dovuto dal sistema, compresi tutti i diritti, sia naturali che legali. 4. Un giudice d'appello.

Etimologia della giustizia

L'etimologia è lo studio della provenienza delle parole, cioè della loro origine. Determina anche come si sono evoluti i significati delle parole. Un etimologo è qualcuno che studia l'origine delle parole.

La parola emerse per la prima volta nella lingua inglese in Gran Bretagna nel XII secolo. Significava l'esercizio dell'autorità per rivendicare un diritto mediante l'assegnazione di premi o punizioni. Significava anche la qualità di essere giusto e giusto, la conformità alla verità e la solidità morale.

La parola deriva dal francese antico Justice , che deriva dal latino Iustitia . La parola latina significava equità e rettitudine.

Platone

Uno dei primi filosofi a definire la giustizia fu Platone (428/427 o 424/423 348/347 aC). Platone è stato il fondatore dell'Accademia di Atene, il primo istituto di istruzione superiore del mondo occidentale. Ha definito il termine in due modi:

Primo, individualmente, come virtù che permette alle persone di astenersi dalle cose cattive. Il nostro senso di giusto e sbagliato impedisce alle cose cattive di attirarci. Il nostro obiettivo in questa definizione di giustizia è di essere coerenti e buoni.

In secondo luogo, è una componente della coscienza sociale. Rende la società internamente armoniosa e buona.

Nel corso dei secoli, il significato del termine si è ampliato. Quindi, oggi ha un significato molto più ampio che ai tempi di Platone. In effetti, la giustizia è ormai presente praticamente in ogni settore della società e dell'economia.

Quattro tipi di giustizia

Oggi esistono quattro tipi di giustizia:

La giustizia distributiva o economica riguarda l'equità in ciò che riceviamo. Include tutto, dalla merce all'attenzione. È alla base del socialismo, che si concentra sull'uguaglianza, cioè siamo tutti uguali.

La giustizia procedurale garantisce che le decisioni prese dalle persone siano eque. La nozione di fair play esiste qui.

Se crediamo che le cose siano state distribuite equamente, è più probabile che accettiamo squilibri. In altre parole, è più probabile che accettiamo che gli altri abbiano più di noi.

La giustizia retributiva opera sul principio della punizione. Tuttavia, discutiamo continuamente su cosa costituisca una punizione proporzionata ed equa.

Alcune persone insistono sul fatto che la retribuzione è necessaria. Altri, invece, puntano alle statistiche sui recidivi e credono che la società debba adottare un approccio diverso.

La giustizia riparativa o correttiva si concentra sulle persone colpite da un reato. Cerca anche di trovare modi per compensarli. Ha l'idea di rimettere le cose come dovrebbero essere, cioè la restituzione.

Le scuse sono un esempio di punizione. È probabilmente l'esempio più semplice e diretto.

Il ripristino può comprendere un'azione o un pagamento di denaro alla persona che ha ricevuto l'ingiustizia.

Video Cos'è la giustizia?

Usiamo il termine tutto il tempo. Tuttavia, raramente siamo precisi su cosa significhi la parola.

In questo video di Crash Course , Hank cerca di spiegare cosa significa giustizia.


Torna su