Quali sono le riserve? Definizione e significato

Riserve, nel mondo degli affari e della finanza, si riferisce al denaro in mano che è disponibile per essere utilizzato per un'ampia gamma di possibilità, inclusi pagamenti futuri pianificati, eventi imprevisti, emergenze, opportunità, ecc. Sono fondi che gli individui, aziende, organizzazioni, banche centrali e governi mettono da parte per un uso futuro o per ogni evenienza .

Nel settore bancario, il termine si riferisce al denaro che viene messo da parte per le operazioni quotidiane di un istituto finanziario, o per far fronte a problemi di liquidità di emergenza, sono noti rispettivamente come riserve primarie e secondarie.

In contabilità, le riserve sono qualsiasi parte del **patrimonio netto, ad eccezione del capitale sociale di base. Il termine può riferirsi a denaro trattenuto in azienda e non distribuito ai proprietari.

** Il patrimonio netto (patrimonio netto) è il residuo o la differenza delle attività di una società meno le passività.


Alcune persone accumulano denaro in un salvadanaio per una giornata piovosa o per sfruttare un'opportunità che le aziende hanno riserve per ragioni simili. In caso di emergenza, i soldi che sono stati messi da parte possono salvarlo dal disastro. I fondi possono anche aiutare se la società diventa interessata all'acquisizione di un'altra azienda.


Le riserve di un governo sono tutte le valute estere che detiene, più l'oro e i diritti speciali di prelievo del FMI (Fondo monetario internazionale).

Secondo ft.com/lexicon , definire le riserve è il seguente:

Disponibilità liquide detenute da una banca, società o governo al fine di soddisfare i pagamenti futuri previsti e/o esigenze di emergenza. Nel caso di una banca, le sue riserve sono contanti e altri depositi liquidi detenuti nei suoi caveau o presso la banca centrale (vedi obbligo di riserva).

Nel caso di una società, le riserve sono normalmente costituite da utili portati a nuovo (vale a dire utili non distribuiti come dividendi agli azionisti). Nel caso di un governo, le sue riserve ufficiali comprendono valuta estera (riserve in valuta estera), nonché diritti speciali di prelievo dell'oro e del FMI.

Riserve valutarie

Le riserve valutarie, note anche come riserve valutarie o valutarie , sono denaro e altre attività che una banca centrale o un governo detiene in modo che possa pagare le proprie passività e agire se ha bisogno di difendere la propria valuta nazionale.

Nella maggior parte dei casi, la banca centrale ha dollari USA, e forse anche euro, yen giapponese o sterline sono le quattro principali valute di riserva . Il dollaro USA rappresenta oltre il sessanta per cento della valuta estera globale che le banche centrali mettono da parte a livello globale.

Il dollaro USA è di gran lunga la valuta di riserva più utilizzata a livello globale.

Tecnicamente parlando, il termine riserve valutarie comprende solo banconote estere, buoni del tesoro esteri ( cambiali a breve termine ), titoli di stato esteri e depositi bancari esteri. Tuttavia, le persone lo usano anche quando si parla di quanto oro detiene il governo, nonché di DSP (diritti speciali di prelievo) e posizioni di riserva del FMI.

In senso stretto, dovremmo usare il termine riserve internazionali quando vogliamo includere le banconote estere più tutte le voci menzionate nel paragrafo precedente.


Riserva attuariale

Secondo RiskHeads.org:

Una riserva attuariale viene utilizzata per contabilizzare l'importo di denaro che una compagnia di assicurazione sarà tenuta a pagare (in caso di sinistro) sulla base di una stima del valore attuale di tutti i redditi futuri che derivano da un evento contingente.

Ciò significa che in sostanza devi sommare tutto il denaro dovuto su un reclamo per polizza. Devi capire che i soldi attuali valgono ciò che vale nei termini odierni. Quindi guardi quanto devi investire per soddisfare il valore futuro di tale richiesta.

È necessario fare alcune semplici ipotesi quando si calcola una riserva attuariale che coinvolgono quanto è probabile che la compagnia di assicurazione paghi e quanti interessi può guadagnare sui suoi investimenti.

Per quanto riguarda le ipotesi che fai, RiskHeads.org spiega:

Più accurate sono le nostre ipotesi, meglio è possibile calcolare le nostre riserve attuariali. Questo non è sempre un compito semplice e nella maggior parte dei casi ci si può aspettare un certo livello di errore.

Immagina che Tom si aspetti di pagare $ 1.000.000 per una polizza. Si aspetta di pagare $ 500.000 nel primo anno, $ 300.000 nel secondo anno e $ 200.000 nel terzo anno.

La riserva attuariale dovrebbe dirgli quanti soldi ha bisogno di mettere da parte oggi per assicurarsi che quei pagamenti siano rispettati.

Sappiamo che $ 1 oggi è molto probabile che valga più di $ 1 tra tre anni. Per assicurarsi che il Tom abbia provveduto a questi pagamenti, deve determinare cosa deve investire ora in modo che i pagamenti possano essere pagati per intero alla scadenza.

Può farlo con questa semplice formula:

Il calcolo è più semplice di quanto sembri. Vedi sotto.

Assumiamo che gli investimenti paghino un tasso di interesse costante del 6%. La formula di cui sopra può essere calcolata come segue:

Anno 1
Nel primo anno deve pagare $ 500.000. Di seguito puoi vedere i numeri aggiunti alla formula:
500.000 x (1+0,06)^ -1 = $ 471.698

Ciò significa che mette immediatamente $ 471.698 nel veicolo di investimento in modo che valga $ 500.000 nel primo anno.

Anno 2
Nel secondo anno, deve pagare $ 300.000, quindi:
300.000 x (1+0,06)^ -2 = $ 266.998

Anno 3
E nel terzo anno deve pagare $ 200.000, quindi:
200.000 x (1+0,06)^ -3 = $ 167.922

La riserva attuariale è la somma di tutte le quantità che Tom deve investire ora per far fronte agli obblighi di una polizza. Pertanto, in questo caso, la riserva attuariale che richiede è:

$ 471.698 + $ 266.998 + $ 167.922 = $ 906.618

Se ora vengono investiti $ 906.618 e ottiene un tasso di interesse del 6%, varranno $ 1.000.000 quando il denaro dovrà essere pagato.

Con una tale enorme quantità di riserve di gas naturale, la Russia è destinata a dominare la scena energetica in Europa per diversi decenni a meno che non venga scoperta o inventata una nuova alternativa ultra-economica. (Fonte dati immagine: uk.pinterest.com)

Energia

Le riserve di energia fisica sono stime di quanto petrolio, carbone e gas sono noti per esistere con ragionevole certezza nel sottosuolo o nei fondali marini a livello globale, o in un paese o regione.

I totali sono calcolati sulla base dei dati ingegneristici e geologici che identificano le riserve certe.

Gli esperti di energia fanno proiezioni sulla base della quantità di carbone, gas naturale o petrolio rimasti e di ciò che siamo in grado di estrarre con la nostra tecnologia attuale.

Secondo un sondaggio del 2013 del World Energy Council World Energy Resources :

Le riserve recuperabili provate sono la quantità all'interno dell'importo accertato in essere che può essere recuperata in futuro nelle condizioni economiche locali presenti e previste con la tecnologia disponibile esistente.

Il Venezuela, con 40.450 tonnellate (Mt), ha il maggior numero di riserve di petrolio al mondo, seguito da Arabia Saudita (36.500 Mt), Canada (23.598), Iran (21.359) e Iraq (19.300).

Torna su